27 Novembre 2009  01:00

La precisazione di Marazzi Group su Ragno

ABAS
La precisazione di Marazzi Group su Ragno

Marazzi

Il commento ufficiale dell'azienda in merito alle notizie sulla possibile chiusura di alcuni stabilimenti italiani

A seguito di quanto pubblicato sui quotidiani e sui periodici relativamente alla possibile chiusura dei siti produttivi di Ragno, riportiamo la nota ufficiale di precisazione di Marazzi Gruop: "A quasi due mesi dall'apertura del confronto sul piano aziendale di investimenti e salvaguardia dell'occupazione necessario per il superamento della crisi di mercato in atto, Marazzi Group ha dato mandato a Confindustria Ceramica di avviare la procedura per la richiesta della cassa integrazione straordinaria in Regione. Con la giornata di sabato 28 novembre, la cassa integrazione ordinaria per il reparto Terzo Fuoco di Sassuolo giungerà, infatti, al termine ultimo di cinquantadue settimane di utilizzo concesso dalla normativa vigente, termine che nelle prossime settimane potrà essere raggiunto da altre unità produttive. La direzione aziendale ha così dato mandato a Confindustria Ceramica di procedere a inoltrare alla Regione Emilia Romagna la richiesta di esame congiunto per l'avvio della procedura volta all'ottenimento della cassa integrazione straordinaria per tutti i siti. Il calo dei volumi del settore (-25%) impone un intervento che consenta non solo di operare in maggiore equilibrio ma anche di aggredire la crisi e mantenere nel futuro la leadership del gruppo Marazzi in termini di persone, professionalità, prodotto e mercato. Ed è proprio per reagire proattivamente alla difficile situazione di mercato che il gruppo procede con il piano di investimenti già avviato: circa 90 milioni di euro (cifra pari al 20% dei ricavi in Italia) in nuove tecnologie e nuovi impianti nel distretto. Giampiero Mayer, direttore risorse umane del gruppo, commenta: "A oggi il confronto non ha purtroppo ancora portato alla definizione, auspicata dall'azienda sin dal principio, di un piano in grado di garantire soluzioni positive in tempi brevi per i lavoratori. Restiamo disponibili a qualsiasi dialogo che possa finalmente portare a concordare in tempi rapidi soluzioni concrete, efficaci e condivise per tutti i dipendenti e per lo sviluppo futuro del gruppo Marazzi". A precisazione di quanto apparso in questi giorni sugli organi di stampa, si ribadisce che il piano di investimenti: è dedicato esclusivamente all'Italia, ed in particolare al distretto; verrà implementato entro il mese di aprile del 2010".

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Giugno 2020
    Una nuova linfa
    “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy