30 Ottobre 2020  09:40

Gum Design: “Senza fiere è necessario ripensare la comunicazione aziendale”

ARIANNA SORBARA
Gum Design: “Senza fiere è necessario ripensare la comunicazione aziendale”

Per e-duesse, il duo creativo Laura Fiaschi e Gabriele Pardi

  • Perplessità e timori aleggiano sul prossimo appuntamento con la design week milanese: Stefano Boeri, Presidente della Triennale, ha affermato “inventiamoci un Salone all’aperto”. Ritenete che sia una provocazione per portare l’argomento al centro del dibattito o una proposta concreta?

L’idea di pensare a un Salone all’aperto è molto interessante, il clima permetterebbe sicuramente un’organizzazione e uno svolgimento agile; come spesso accade la crisi diventa elemento stimolante per cambiare, generare nuovi percorsi.D’altra parte, esistono già fiere internazionali che sfruttano aree all’aperto e in questo momento sarebbe la soluzione più sicura per i visitatori (dunque una maggior certezza per la programmazione di eventi fieristici internazionali).

  • In questa fase di totale incertezza, a voi sono venute altre idee: avete voglia di condividerle con noi?

Un nuovo Salone del Mobile dovrebbe/potrebbe includere non solo la gestione fieristica all’aperto, ma anche quella esterna, garantendo spazi espositivi a eventi di alta qualità per ricostruire in un unico organismo una proposta credibile a livello internazionale. L’idea di curare un Salone del Mobile all’aperto a Milano sicuramente riconduce immediatamente alla “memoria” del Fuorisalone, già espressione di una fiera nella città, aperta, diffusa sul territorio; negli anni abbiamo visto un incremento esponenziale degli eventi, dei distretti, una sovrapproduzione bulimica che al contrario sta conducendo a una vera e propria implosione su diversi livelli facendo perdere attrattivà all’intero sistema.

  • Le aziende con cui collaborate o che conoscete più da vicino, stanno pensando/investendo su nuove soluzioni per presentare le proprie novità e mantenere vivo il legame con i clienti?

Il vuoto creato dalla mancanza delle fiere impone un ripensamento generale che investe sicuramente lo sviluppo e la comunicazione aziendale; in mancanza di contatti fisici occorre rimediare con contatti “eterei”, ma ugualmente significativi; tutte le aziende con cui lavoriamo stanno investendo in questa direzione, con innumerevoli strategie aziendali.D’altra parte, crediamo da sempre che una pandemia debba esser gestita con una “progettazione dei comportamenti” piuttosto che con pratiche edonistiche e immotivate generate solo dal “dover fare qualcosa a tutti i costi”; quando la normalità riprenderà dovremo fare i conti con una nuova “architettura delle relazioni”, basandoci sulle esperienze fatte in questo momento di chiusura e con le nuove esperienze che troveremo sul campo per la ripresa di eventi e relazioni fisiche, incontri e dialoghi.
Info: gumdesign.it

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 29 Giugno 2020
    Una nuova linfa
    “È nella crisi che sorge l’inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi supera la crisi supera sé stesso senza essere superato”.
Arianna Sorbara Ab - Abitare il bagno

ACCADDE OGGI

  • 20 Gennaio 2015
    Alberto Caprari nuovo Presidente Anima

    Eletto il nuovo presidente Anima, la federazione della Meccanica Varia di Confindustria. Si tratta di Alberto Caprari, vice presidente e direttore...

Ricevi la Newsletter!

Bagno

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy