05 Luglio 2013

Un confronto più fruttuoso

share Chiara Grianti

L’estate è sinonimo di vacanze, un’occasione per fermarsi, interrompere le attività quotidiane e prendersi una pausa. Quale momento migliore per riflettere sul futuro della profumeria? Abbiamo chiesto ad alcuni rappresentanti dell’industria cosmetica e del retail di farlo con noi nell’ambito di una tavola rotonda di cui presentiamo un resoconto nelle pagine di Beauty Business. È evidente che, ancora più che in passato, è tempo di fare delle scelte. Non ha più senso, se mai ne ha avuto, trattare tutti i prodotti e i brand nello stesso modo, perché solo una parte di questi è in linea con il nostro format e il nostro cliente. Non ha più senso pensare al consumatore italiano come se fosse lo stesso del francese o dello statunitense perché le sue esigenze sono diverse. Partiamo proprio dal consumatore, cerchiamo di capire ciò di cui ha bisogno e ciò che vorrebbe gli offrisse la profumeria e facciamo in modo che i suoi desiderata diventino l’argomento di confronto tra industria e distribuzione. E lavoriamo affinché la trasparenza sia reale: condividiamo i dati di sell out e tutte le informazioni perché insieme abbiamo una capacità di analisi e una reattività che da soli non potremmo mai avere. Facciamo in modo che siano sempre più numerose le occasioni di confronto e sempre più proficue le decisioni che nascono da questo dialogo.