Editorialisti

05 Settembre 2016

Niente più certezze

Chiara Grianti

Ascoltiamo i telegiornali ogni giorno con un senso di maggiore smarrimento, leggiamo i titoli dei quotidiani e l’unica sensazione che ne ricaviamo è la mancanza di certezze. Vorremmo tornare indietro, mettere il replay e ripiombare negli anni Ottanta e Novanta quando le nostre sicurezze non erano minate continuamente da minacce di vario genere, dal terrorismo alla perdita di lavoro, quando fare programmi di medio, se non di lungo, termine era nell’ordine naturale delle cose. Oggi non è più così, viviamo e lavoriamo in un clima di incertezza nel quale veniamo continuamente messi alla prova. Questo accade a noi e in generale a tutti i consumatori con inevitabili conseguenze sulle loro spese. Eppure - ce lo dicono i dati - il mercato delle bellezza regge bene e anche la profumeria registra un trend positivo. Perché? Evidentemente perché - come il lipstick index affermava tempo fa - i consumatori apprezzano il fatto di avere la possibilità di regalarsi un momento di benessere in profumeria, a un costo che è relativamente contenuto. Oggi più che mai è tempo di investire sui servizi, puntare sull’experience, come fanno da tempo certe profumerie tradizionali - i Magnifici Sette cui è dedicata la cover -, i regionali più lungimiranti e anche alcune catene, per esempio con il concetto di Beauty Lounge. Lasciamo ad altri player e mercati le guerre di prezzo e smettiamola di svendere il prodotto nel nostro canale e in quelli paralleli!

Chiara Grianti

Nata a: Castellanza (Va) il 26 agosto 1977
In Editoriale Duesse dal: 1 aprile 2004
Mi piace: ridere, John Belushi, passare del tempo con mia figlia Olivia e il buon senso
Non mi piace: il lunedì e tutte le giornate che sembrano dei lunedì
Quando non scrivo su BEAUTY BUSINESS mi occupo di: giocare con Olivia!
Citazione: “Ti prego, non ucciderci. Ti prego, ti prego non ucciderci. Lo sai che ti amo, baby. Non ti volevo lasciare, non è stata colpa mia. (…) Non ti ho tradito, dico sul serio, ero rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi, la tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre ed è crollata la casa. C’è stato un terremoto, una tremenda inondazione, le cavallette! Non è stata colpa mia, lo giuro su Dio!” John Belushi all’ex fidanzata Carrie Fisher, The Blues Brothers


Archivio