Editorialisti

25 Maggio 2011

C’è da lavorare…

Chiara Grianti

La notizia si sussurrava da tempo, ma oggi è realtà. Limoni Profumerie e La Gardenia sono parte di un’unica società. Poco conta che la proprietà sia detenuta da un fondo di private equity piuttosto che dall’altro, che Bridgepoint abbia acquisito il controllo del competitor da L Capital ed Ergon Capital piuttosto che il contrario. Ciò che conta è che oggi si viene a costituire una catena nazionale con oltre 600 punti vendita, un interlocutore del quale l’industria difficilmente può fare a meno e un concorrente con un potere contrattuale ben superiore a tutto il resto del retail. Ma i problemi da risolvere non sono pochi. La disomogeneità dei punti vendita in termini di dimensioni, location, layout, clientela target e posizionamento è evidente già oggi in Limoni, figuriamoci con l’integrazione di La Gardenia, se avverrà sotto un’unica insegna e non opteranno invece per il mantenimento di due insegne distinte. Ecco perché sono necessari significativi investimenti. Occorre prima di tutto un management con una visione e un progetto solido di razionalizzazione prima e di sviluppo poi, ma soprattutto occorre avere le spalle abbastanza larghe da supportare una strategia che non può essere di breve periodo. Così come non può che essere improntata a una logica di lungo termine l’attività di Unipro, che si appresta a eleggere il nuovo presidente. È tempo che l’associazione inizi a combattere battaglie di ampio respiro, che spaziano dai finanziamenti per la ricerca e sviluppo per le piccole e medie imprese, alla condivisione delle informazioni con il retail in una logica di trasparenza fino all’opera di sensibilizzazione nei confronti di una fiera come Cosmoprof, che ormai sembra aver preso le distanze dalla profumeria selettiva. La neo nata Limoni-La Gardenia e il nuovo presidente di Unipro hanno molto da fare, c’è solo l’imbarazzo della scelta su dove cominciare…

Chiara Grianti

Nata a: Castellanza (Va) il 26 agosto 1977
In Editoriale Duesse dal: 1 aprile 2004
Mi piace: ridere, John Belushi, passare del tempo con mia figlia Olivia e il buon senso
Non mi piace: il lunedì e tutte le giornate che sembrano dei lunedì
Quando non scrivo su BEAUTY BUSINESS mi occupo di: giocare con Olivia!
Citazione: “Ti prego, non ucciderci. Ti prego, ti prego non ucciderci. Lo sai che ti amo, baby. Non ti volevo lasciare, non è stata colpa mia. (…) Non ti ho tradito, dico sul serio, ero rimasto senza benzina. Avevo una gomma a terra, non avevo i soldi per prendere il taxi, la tintoria non mi aveva portato il tight. C’era il funerale di mia madre ed è crollata la casa. C’è stato un terremoto, una tremenda inondazione, le cavallette! Non è stata colpa mia, lo giuro su Dio!” John Belushi all’ex fidanzata Carrie Fisher, The Blues Brothers


Archivio